Via Manzoni, 56 - 20089 – Rozzano (MI)

+39 02.8224.2305/2303 fondazione.humanitas@humanitas.it

Alzheimer

Il morbo di Alzheimer è una malattia neurologica degenerativa con un  decorso che dura in media tra gli 8 e i 14 anni.

Le funzioni cognitive, progressivamente compromesse, portano il malato a una graduale perdita di autonomia, fino alla completa dipendenza dagli altri anche per azioni quotidiane molto semplici. Ne derivano cambiamenti del carattere che influenzano la relazione con i familiari, in particolare con chi tra loro si occupa più direttamente dell’assistenza.

Il gruppo di Auto Mutuo Aiuto

Per dare supporto ai familiari e prevenire l’esposizione a uno stress eccessivo che può avere conseguenze gravi sulla loro stessa salute, Fondazione Humanitas promuove due  gruppi di Auto Mutuo Aiuto (AMA) tra familiari di malati di Alzheimer: uno indirizzato ai coniugi, l’altro a fratelli e figli, per dare uno spazio dedicato a situazioni, problemi ed esperienze differenziate dal tipo di relazioni interfamiliari.

I gruppi si riuniscono una volta al mese per due ore, con il coordinamento di un facilitatore della comunicazione.

Il gruppo AMA è un’attività di sostegno tra persone che condividono la stessa condizione: offre la possibilità di parlare liberamente in uno spazio protetto, di confrontarsi e di scambiare informazioni utili per contenere le problematiche contingenti, quotidiane. Il valore del gruppo AMA sta anche nel creare una rete di supporto reciproco tra caregiver che li alleggerisce dal carico emotivo dell’assistenza e li porta a cambiare l’approccio al malato, a dedicare spazio a se stessi.

Attività ricreative dedicate ai malati

Per permettere ai familiari di partecipare ai gruppi AMA sapendo che il loro caro è affidato a persone che lo assistono, Fondazione ha organizzato attività ricreative e occupazionali dedicate ai malati. Al programma partecipano anche dieci volontari preparati dalla dottoressa Fratticci –medico neurologo in Humanitas– in modo adatto a coinvolgere i malati in attività di lettura, scrittura, disegno. Lo scopo è di interagire il più possibile con il paziente per preservarne le funzioni residue, rispettando i suoi interessi e gli hobby coltivati prima della malattia.

Per informazioni sul programma ictus e/o adesioni ai gruppi di Auto Mutuo Aiuto, contattare la Fondazione al numero: 02.8224.2338.